sabato 13 gennaio 2018

Conciliare le età differenti dei figli


Una delle sfide che giornalmente noi mamme affrontiamo è come conciliare le età diverse dei nostri figli in progetti e attività comuni. Talvolta i più grandi possono aiutare a preparare giochi per i più piccoli o i bimbi di mezzo possono adattarsi alle attività sia dei grandi che dei piccoli, qualche volta si esce per un giro in bici o una passeggiata tutti insieme...ma talvolta è veramente difficile accontentare tutti, specialmente ora che le ragazze si stanno avvicinando ad un'età sempre più critica. 


Nel libro "I 5 linguaggi dell'amore" l'autore Gary Chapman ci illustra come ognuno di noi abbia il suo particolare modo per esprimere e richiedere amore, per alcuni può essere il contatto fisico, per altri dei regali, altri ancora hanno bisogno di momenti speciali insieme o dei gesti di servizio che vengano fatti per loro o delle parole di incoraggiamento che vengano dette. 

Mi sono ritrovata molto in questa suddivisione e all'inizio del matrimonio mi ha molto aiutato a capire come amare mio marito e come leggere i suoi messaggi d'amore che magari erano detti in un linguaggio differente dal mio. 



Ogni tanto la notte mi interrogo se sto comprendendo a fondo i miei figli, se sto parlando loro nel linguaggio d'amore che più li rispecchia. Di alcuni credo di aver trovato il linguaggio giusto, di altri ancora non ne sono certa al 100%, però di una cosa sono sicura: del tempo individuale dedicato ad una persona è sicuramente un linguaggio universale, che ognuno dei miei figli apprezza, ed è per questo che ogni giorno cerco di avere del tempo da dedicare ad ognuno di loro in maniera specifica. 

Al momento a casa nostra gira un maschietto di quasi 4 anni, un maschietto di 1 anno e mezzo (solo al mattino), una bambina di 9 anni e una ragazzina di 10 anni e mezzo in piena fare prepuberale, e ora vi racconto come in linea di massima mi sono organizzata per dare ad ognuno l'attenzione che necessita



La mattinata la dedico ai maschietti: parco giochi, passeggiatine adatte a loro, preparare la merenda insieme, gioco libero con le macchinine, giochi manuali come pongo e sabbia magica o qualcuna delle nostre attività da #5minuti, lettura di favole, canzoncine e filastrocche, giochi con la palla, costruzioni, piste di treni e biglie, ecc...e quando il piccolino dorme alcune attività di homeschooling studiate appositamente per Elia sui prerequisiti alla letto-scrittura, le stagioni, i giorni della settimana, ecc...  



Il pomeriggio cerco di dare un po' più di spazio alle bambine, sebbene nel periodo scolastico ciò si riduca di solito al fare i compiti e alle attività sportive e resti ben poco tempo per fare altro. Ma in un modo o nell'altro di solito riesco a trovare dei momenti speciali per ognuna di esse. 
Con BB si risolve con passeggiate e giochi da tavola, o qualche lavoretto creativo quando ne ha voglia. 



Con Lily è stata più dura invece trovare qualcosa da condividere insieme, gli sbalzi umorali ci danno molto da fare e non sempre è facile gestirli. Poi mi è venuta l'idea di coinvolgerla in cucina. Le ho proposto di cercare ricette sul web, di cucinarle insieme, di apparecchiare in modo particolare la tavola, e tra il mescolare e l'impiattare le chiacchiere sono diventate sempre di più, e il sentirsi grande e prescelta nell'essere l'aiuto cucina ha permesso la nascita di una grande complicità tra noi due. 



Ovviamente non tutti i giorni le cose vanno come vorrei, e spesso credo sia BB a rimetterci per l'intrusione dei fratelli nel suo tempo con la mamma, e allora la sera quando finalmente tutti sono a letto, mi infilo sotto le coperte accanto a lei per una dose extra di coccole e di chiacchiere su ciò che le interessa, anche perchè se è vero che ognuno di noi esprime e richiede amore con un linguaggio ben preciso, quello di BB è sicuramente il linguaggio delle coccole (o contatto fisico). 

E voi, come gestite il rapporto con i vostri figli? Riuscite a coinvolgerli in attività comuni senza scontentare tutti quanti? Avete scoperto quali sono i loro particolari linguaggi dell'amore? 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...