mercoledì 17 aprile 2013

Manualità fine 2: L'ago e le perle

Cosa sarà l'oggetto misterioso tra le mani della bambina sulla foto? 



























Per chi ha detto "un elefante rosa": mi dispiace, ma dovete comprarvi gli occhiali.


Per chi ha detto "un ago dalla punta arrotondata": bravi, avete indovinato!

Un'altra attività utile per stimolare la manualità fine è l'infilare. 
Che si tratti di pasta su un nastro o di perle su di un filo, non importa, l'importante è la sequenza di movimenti che il bambino deve progettare e poi eseguire.  
Le azioni da eseguire sono: la prima mano tiene la perla e l'altra infila l'ago, poi c'è il passaggio che la prima mano tira fuori l'ago dal lato opposto, mentre la seconda mano accompagna la perla giù lungo il filo. 
Anche qui vengono stimolati i movimenti bimanuali, la coordinazione mano-mano, la coordinazione oculo-manuale, la concentrazione, la progettazione delle azioni e la loro eventuale correzione.



























Questa attività l'ho proposta all'inizio di tutta una lezione incentrata sulla manualità. 
Ogni bambino poteva scegliere la perla del colore preferito e poi a turno dovevano dire il proprio nome e passarsi l'ago con il filo. 
C'è stata molta soddisfazione a lavoro ultimato, perché avevano usato una cosa "pericolosa" (diversi bambini avevano timore a toccarlo inizialmente) e perché ognuno aveva collaborato a realizzare la collana che poi è stata regalata a Mimì, la marionetta che mi accompagna durante le attività. 

Questa attività coinvolge sia maschi che femmine, può essere svolta come passatempo a casa o come lavoretto ad una festa e con l'aumentare dell'età permette l'utilizzo di perle sempre più piccole. 


Vedi anche Manualità fine 1: Gara di macchinine

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...